Zerzura Club Forum
Re:ho trovato questo articolo, maggiori info? (1 in linea) (1) ospiti
Vai a fine pagina Rispondi al messaggio Preferiti: 0
Discussione: Re:ho trovato questo articolo, maggiori info?
#1151
franco barbotto (Utente)
Senior Boarder
Messaggi: 54
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
ho trovato questo articolo, maggiori info? Postato il 2012/01/22 14:50 Karma: 0  
Libia: scoperta una civiltà perduta nel deserto del Sahara
martedì, 8 novembre 2011

In una ricerca finanziata dall’Unione Europea, un team di archeologi ha portato alla luce i resti di una civiltà perduta del Sahara, in una delle parti più inacessibili del deserto africano: il TRANS-SAHARA, la formazione dove vi è stata la migrazione e il commercio nel Sahara centrale (1000 aC-1500 dC). I ricercatori dell’Università di Leicester nel Regno Unito hanno utilizzato immagini satellitari per trovare nuove prove di una civiltà perduta nella parte libica del deserto. Hanno scoperto oltre 100 masserie fortificate e villaggi con strutture simili a castelli databili dal 1 anno a.C. al 500 dC. Secondo i ricercatori, a edificare queste antiche città nel deserto sarebbero stati i Garamanti, popolazione berbera del Sahara che fondò un regno nella moderna Libia. Gli esperti suggeriscono che i Garamanti fossero culturalmente e storicamente più avanzati di quanto precedentemente considerato da fonti antiche. Il team di Leicester ha scoperto i mattoni di fango dei resti di un castello, che aveva pareti alte fino a 4 metri. Ma c’è di più: i ricercatori hanno anche trovato tracce di abitazioni, cimiteri, i sistemi di campo associato, pozzi e sistemi di irrigazione avanzati. Un sondaggio condotto a terra pochi mesi fa aveva già confermato la data pre-islamica e la conservazione di questi elementi. Commentando il finanziamento del progetto, il professor Henrietta L. Moore, William Wyse, Cattedra di Antropologia Sociale presso l’Università di Cambridge e membro scientifico del CER Consiglio, ha dichiarato: “Nel CER, siamo molto orgogliosi di finanziare ricercatori eccellenti come l’archeologo David Mattingly e il suo team. Quando il CER gli ha conferito la Advanced Grant, abbiamo fermamente creduto che il suo progetto aveva il potenziale per andare al di là delle frontiere della conoscenza e sarebbe essenziale conoscere il patrimonio culturale della Libia. Poi ha preso una svolta drammatica con la rivolta anti-Gheddafi che ha costretto il team ad evacuare il paese.” La rivolta contro il regime di Muammar Gheddafi potrebbe avere interrotto il lavoro del professor Mattingly e della sua squadra ma il professor Moore afferma che torneranno in Libia al fine di continuare la loro indagine. “‘E’ come se qualcuno fosse venuto in Inghilterra e improvvisamente abbia scoperto tutti i castelli medievali” afferma il Prof. Mattingly, responsabile del progetto.

“Questi insediamenti erano rimasti inosservati e mai registrati sotto il regime di Gheddafi” ha aggiunto il dottor Martin Sterry, anche lui dell’Università di Leicester, che ha condotto gran parte delle analisi e interpretazioni dell’immagine sito: Le immagini satellitari ci hanno dato la capacità di coprire una regione di grandi dimensioni. L’evidenza suggerisce che il clima non è cambiato nel corso degli anni e possiamo vedere come questo paesaggio inospitale con zero precipitazioni fosse una volta molto edificata e coltivata. Si tratta di paesaggi antichi del tutto eccezionali, sia in termini di caratteristiche che della qualità della conservazione. La scoperta elimina la credenza secondo la quale i Garamanti fossero nomadi barbari che hanno solo causato problemi durante l’Impero Romano. In realtà, erano una grande civiltà, che vivevano in insediamenti fortificati su larga scala, principalmente come agricoltori di oasi. Era uno stato organizzato con città e villaggi, una lingua scritta e una grande conoscenza tecnologica. I Garamanti sono quindi stati i pionieri nella creazione di oasi e dell’apertura del commercio trans-sahariano. Questo progetto ed i risultati che sono emersi contribuiscono certamente a spianare la strada a un nuovo inizio per la Libia, per la sua gente e per il loro impegno con la loro storia. “Queste rappresentano le prime città in Libia, che non sono state l’imposizione coloniale di popoli mediterranei, come i Greci e i Romani. I Garamanti dovrebbero essere l’argomento centrale per far si che i bambini della scuola libica possano conoscere la loro storia e il loro patrimonio.” conclude il professor Mattingly.
inShare0
Share and Enjoy:
 
Reporta a un moderatore   Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#1157
pyr (Utente)
Platinum Boarder
Messaggi: 477
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:ho trovato questo articolo, maggiori info? Postato il 2012/02/03 10:19 Karma: 5  
Non è facile commentare una notizia del genere, visto che la cultura dei Garamanti è una delle più studiate e documentate del Sahara, ma è comunque di una grande complessità e la ricerca archeologica deve ancora chiarire la sua effettiva estensione.
A partire dalle missioni italiane degli anni '30 (per es. la Missione Pace-Sergi-Caputo) proseguendo con la più recente Missione Italo-Libica e le missioni inglesi dirette da Mattingly si sono prodotte centinaia di pubblicazioni e decine di campagne di scavo. Voglio dire che quello che si dice nell'articolo sono cose note da decenni, e la ricerca delle strutture garamantiche tramite le foto satellite non è certo una novità.
A me sembra che l'articolo sia una specie di finto scoop ai fini pubblicitari, forse per avere delle nuove concessioni di ricerca e di scavo da parte degli inglesi presso il nuovo governo libico.
Comunque è solo una mia opinione personale, stiamo a vedere come e quando riprenderà la ricerca archeologica nel Fezzan e soprattutto da parte di chi.
 
Reporta a un moderatore   Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#1184
pyr (Utente)
Platinum Boarder
Messaggi: 477
graph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Re:ho trovato questo articolo, maggiori info? Postato il 2012/06/22 15:31 Karma: 5  
 
Reporta a un moderatore   Loggato Loggato  
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
#1185
Paolone (Utente)
Paolone
Senior Boarder
Messaggi: 77
graphgraph
Utente non in linea Clicca qui per vedere il profilo di questo utente
Sesso: Maschio xpaolone Ubicazione: Bedizzole (BS) Compleanno: 1956-06-26
Re:ho trovato questo articolo, maggiori info? Postato il 2012/06/25 21:01 Karma: 1  
Non vorrei essere off topic ... ma scrivere che sembra strano che riuscissero a consumare derivati del latte nonostante (ora) siano intolleranti al lattosio ( magari caseina mi sembra + corretto ) non da certo prova scientifica che allora lo fossero ... o no ?
 
Reporta a un moderatore   Loggato Loggato  
 
Paolone ZC #26
  Per scrivere in questo Forum è prima necessario registrarsi come utenti di questo sito.
Vai all'inizio pagina Rispondi al messaggio
scarica gli ultimi messaggi sul tuo computer!