Lo statuto

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

 

 

TITOLO I - DENOMINAZIONE - SEDE

 

Articolo 1

A norma dell'art. 36 e seguenti del codice Civile, è costituita un'associazione denominata “Zerzura Club”

Articolo 2

L'associazione ha sede in Seconda Strada, 2, San Felice – 20090 Segrate (MI).

 

TITOLO II - FINALITA' DELL'ASSOCIAZIONE

 

Articolo 3

L'associazione non ha fini di lucro, è apartitica ed apolitica, opera per il perseguimento di finalità di tutela giuridica e valorizzazione dei veicoli immatricolati nel rispetto di normative che regolano le emissioni precedenti a quelle in vigore e la sua struttura è democratica.

Si esclude l'esercizio di qualsiasi attività commerciale, che non sia svolta in maniera marginale e comunque ausiliaria e secondaria rispetto al perseguimento dello scopo sociale.

L'associazione è regolata dal presente statuto ed agisce nei limiti del codice civile, delle leggi statali e regionali che regolano l'attività dell'associazionismo e del volontariato, nonchè dei principi generali dell'ordinamento.

 

Articolo 4

L'associazione ha le seguenti finalità:

L'Associazione, nell'ambito della sua attività prettamente operativa, può produrre specifica attività di studio e di ricerca da effettuarsi sul campo, nella porzione di deserto libico egiziano alla porzione del Deserto Libico, che si estende in Libia, Egitto e Sudan, compresa a Nord dal 32° parallelo, ad Est dal corso del Nilo, a Sud dal 16° parallelo e ad Ovest dal 18° meridiano.


Tramite specifiche e mirate spedizioni volte nel luogo di destinazione, l'Associazione persegue così fattivamente l'intento di coinvolgere i Soci nell'attività di esplorazione e di possibile riscoperta della leggendaria "oasi perduta di Zerzura", offrendo loro un'esperienza concreta ed un riscontro reale ed effettivo dell'attività sul campo di ricerca.


In tal senso l'Associazione si adopererà per organizzare al meglio ogni qualvolta detti eventi, per ottenere da parte di ogni singolo Socio coinvolto i migliori consensi a tali iniziative e la sua maggiore soddisfazione auspicabile, compatibilmente alle difficoltà ed ai pericoli che detta attività che si svolge prevalentemente in ambienti desertici ed ostili per sua natura comporta.


Non essendo scopo primario dell'Associazione dispensare servizi tipici da agenzia viaggio o da tour operator; ove possibile quindi essa seguirà complessivamente l'aspetto logistico delegando l’organizzazione tecnica, per legge e per comodità, a operatori turistici affidabili e legalmente riconosciuti capaci di fornire garanzie ed assistenza.


Quindi la massima attenzione verrà riposta nella ricerca degli opportuni contenuti della spedizione, nei motivi di studio, nelle opportunità di ricerca e di esplorazione, nella attenta pianificazione degli itinerari che verranno studiati e poi effettuati con la massima accuratezza da persone di provata esperienza, scegliendo le migliori sistemazioni disponibili in loco.


Tale tipologia di viaggio comporta però situazioni di disagio e\o contrattempi non prevedibili a causa di situazioni incognite. Variazioni al programma potranno pertanto essere necessarie. I ritardi per l’espletamento di pratiche burocratiche e le code alle dogane fanno parte della tipologia di questo tipo di viaggi. Se non altrimenti specificato, non viene richiesto al Socio di cimentarsi nella guida di veicoli fuoristrada o di seguire la navigazione o l'impostazione di rotte e destinazioni.


Qualora ciò avvenga, il Socio verrà preventivamente informato della necessità richiestagli di esperire particolare perizia e doti non comuni di guida e di conduzione dei veicoli, o di dover dimostrare di aver partecipato ad altre esperienze simili di viaggi acquisite in occasioni di missioni precedenti.

 

Lo spirito di adattamento è necessario nei confronti degli altri partecipanti al viaggio e soprattutto per il rispetto delle culture e degli usi locali. Non sarà mai richiesto di guidare oltre i propri limiti ed il capogruppo provvederà, nel caso fosse possibile, ad individuare una eventuale deviazione qualora il partecipante richiedesse una minore difficoltà nei percorsi. Il compito del Socio sarà quindi quello di guidare, di osservare e di divertirsi. Alcuni viaggi sono definiti “prescout”, tali percorsi non sono mai stati realizzati dal capogruppo. Pertanto, la partecipazione a tali viaggi non può richiedere garanzia di completa soddisfazione del programma stabilito.

 

Le lamentele, se non costruttive, quindi, non sono gradite, così inutile è spazientirsi. La filosofia di questi viaggi è diversa dagli usi comuni cui siamo abituati: può piacere o non piacere. I Soci che partecipano a queste iniziative lo fanno sotto la propria responsabilità, rischio e pericolo: ognuno è responsabile delle proprie azioni. Quanto riportato vale soprattutto per l’utilizzo e la guida dei veicoli a motore di proprietà. L’Associazione non è responsabile per lo stato meccanico dei mezzi di proprietà dei partecipanti, tuttavia si farà carico, a spese dei proprietari dei mezzi, di recuperare e rimpatriare i mezzi in avaria.

 

L’Associazione non può essere responsabile nei confronti degli Associati partecipanti. L’esperienza dell’Associazione è a disposizione dei partecipanti.

 

I partecipanti sono, comunque, liberi di agire con comportamenti difformi da quanto suggerito dall’Associazione.

 

In questo caso, il partecipante è tenuto, per motivi di sicurezza, ad informare l’Associazione sulle proprie scelte d’azione. Anche in questo caso i partecipanti sono responsabili delle proprie azioni. I passeggeri sono tenuti a prendere visione delle estensioni estere delle assicurazioni dei veicoli su cui viaggiano. Non potranno quindi esigere dai guidatori, e tanto meno dall’Associazione, indennizzi non previsti dalle polizze assicurative.


L’Associazione non fornisce servizi turistici, assistenze o garanzie che sono normalmente oggetto delle agenzie turistiche o tour operator.

 

A questo scopo l’Associazione si obbliga a demandare l’Associazione tecnica a Tour Operator o ad Agenzie di Viaggio.


In nessun caso il consiglio direttivo potrà ritenersi responsabile di imprevisti, incidenti o variazioni occorse ai Soci che partecipano per loro scelta, autonomamente e consapevolmente agli eventi proposti.


L’assistenza meccanica e medica, qualora prevista, non potrà intervenire in momenti diversi da un’emergenza: la manutenzione dei mezzi e la fornitura di farmaci generici o personali dovranno essere a cura dei partecipanti. L’iniziativa personale dei Soci di sostituirsi all’Associazione o al servizio medico e meccanico, qualora previsto, lo coinvolge a suo rischio e pericolo ed, in questo caso, l’Associazione non accetterà alcuna lamentela.


Premesso che comunque l'Associazione si adopererà per programmare al meglio e portare a lieto compimento ogni sua iniziativa in programma, il Socio dichiara comunque preventivamente di avere preso visione e approvare specificatamente quanto esposto nello statuto e nel regolamento, ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del Codice Civile, tenendo presente che la non osservanza dello statuto o del regolamento allegato, comporta l’esclusione del Socio.

 

Articolo 5

L'Associazione potrà compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni necessarie e utili alla realizzazione degli scopi sociali, collaborando anche con altre Associazioni od Enti, nazionali o esteri, che svolgano attività analoghe o accessorie all'attività sociale ed organizzando raduni, manifestazioni ed incontri di vario genere fra gli appassionati.

 

TITOLO III - SOCI

 

Articolo 6

L'associazione è aperta a chiunque ne condivida gli scopi e manifesti l'intenzione all'adesione mediante il pagamento della quota sociale e l'accettazione della tessera.

La consegna o l’invio della tessera è da intendersi anche quale atto di ammissione da parte dell’associazione.

E’ composta da Soci Fondatori, Soci Onorari e Soci Ordinari.

Il Consiglio Direttivo stabilisce annualmente le quote di adesione per l'anno sociale seguente, differenziate tra soci ordinari ed altre categorie di soci che il Consiglio Direttivo stesso può individuare per particolari scopi promozionali.

Il Consiglio Direttivo inoltre ha facoltà di nominare ogni anno fino a ( UNO ) soci onorari, per particolari meriti connessi alle finalità dell'associazione.

 

Articolo 7

Tutti i soci, di ogni categoria, possiedono gli stessi diritti. Possono partecipare a tutte le iniziative promosse dall'associazione ed intervenire alle assemblee ordinarie e straordinarie.

Hanno diritto di voto, che possono esercitare direttamente o per delega scritta, per l'approvazione e le modificazioni dello statuto, dei regolamenti e delle delibere assembleari e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione.

Ogni socio ha diritto ad un solo voto, indipendentemente dalla quota associativa versata.

I soci hanno diritto alle informazioni ed al controllo stabilite dalle leggi e dallo statuto.

I soci hanno l'obbligo di rispettare le norme del presente statuto e dei regolamenti sociali e di pagare annualmente la quota sociale di adesione.

I soci che desiderano svolgere attività di volontariato devono eseguire gli incarichi ricevuti e i lavori preventivamente concordati adeguandosi ai regolamenti interni dell'associazione.

Le prestazioni fornite dai soci sono normalmente a titolo gratuito, salvo che non risulti loro affidato un incarico professionale o altro incarico retribuito per delibera del Consiglio Direttivo.

 

Articolo 8

Si esclude la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.

Le quote o i contributi associativi sono intrasmissibili, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte, e non sono rivalutabili.

La qualità di associato cessa esclusivamente per:

a) recesso o morte del socio;

b) mancato pagamento della quota sociale annua entro il 1° marzo, nel qual caso la volontà di recedere si considera tacitamente manifestata;

c) esclusione per gravi motivi da disporre a cura del Consiglio Direttivo.

Il recesso, comunque manifestato, ha effetto immediato.

I soci receduti o esclusi non hanno diritto al rimborso del contributo sociale annuo versato.

I soci esclusi possono opporsi al provvedimento del Consiglio Direttivo di fronte alla successiva Assemblea dei Soci.

 

TITOLO IV - ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

 

Articolo 9

Sono organi dell'associazione:

a) l'Assemblea dei soci;

b) il Consiglio Direttivo;

c) il Presidente.

 

Articolo 10

L'assemblea dei soci è composta da tutti gli iscritti ed è l'organo sovrano dell'associazione.

L'assemblea è convocata almeno una volta all'anno entro il mese di Giugno per verificare le attività svolte, eleggere i membri scaduti del Consiglio Direttivo e dare le linee programmatiche all'associazione.

Il Presidente, il vice-Presidente, il Segretario e il Tesoriere, che devono essere membri del Consiglio Direttivo, sono eletti dall'Assemblea, salvo che quest'ultima ne deleghi, interamente o in parte, l'elezione al Consiglio Direttivo stesso.

L'assemblea è convocata in via ordinaria dal Presidente; in via straordinaria può essere richiesta dalla maggioranza del Consiglio Direttivo o dal 10% dei soci.

L'assemblea deve essere convocata mediante evidenza sul sito www.zerzuraclub.org, almeno 15 giorni prima, ed inoltre con comunicazione tramite posta elettronica, inviata almeno 15 giorni prima all’indirizzo che ciascun Socio avrà comunicato in fase di iscrizione.

L'assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno degli associati, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.

Ogni socio ha diritto ad un solo voto ed è ammessa al massimo una sola delega per socio.

L’assemblea prima di iniziare deve nominare un proprio presidente, diverso da quello dell’associazione . Esso ha il compito di: leggere l’ordine del giorno in apertura di Assemblea; accogliere interrogazioni, interpellanze, mozioni ed emendamenti; mantenere l’ordine nel corso delle sedute e curare che ogni singolo Socio possa esprimere le proprie opinioni indisturbato; curare che venga rispettato l’ordine del giorno; controllare i risultati delle votazioni conteggiate dal Segretario; dare lettura dei risultati delle mozioni approvate e del testo definitivo di tutte le deliberazioni adottate dall’Assemblea.

Segretario dell’Assemblea di norma è il Segretario dell’associazione, in caso di sua vacanza, l’Assemblea, su indicazione del Presidente della stessa, procede a conferire l’incarico ad un socio.

Le riunioni dell'assemblea vengono riassunte in un verbale redatto dal Segretario, sottoscritto dal Presidente e raccolte in un libro verbali dell'Assemblea. A tale verbale si allegano le deliberazioni dell’assemblea.

Esso resta sempre depositato presso la sede ed ogni socio può consultarlo. Inoltre un estratto del verbale e delle deliberazioni, deve essere comunicato ai soci tramite inserto sulla rivista dell'associazione oppure tramite lettera circolare con affrancatura ordinaria oppure tramite posta elettronica o fax.

 

Articolo 11

Il Consiglio Direttivo è costituito da un minimo di [3] ad un massimo di [21] membri dispari, scelti tra i soci dall'assemblea generale, che restano in carica un anno e, in caso di recesso anticipato, saranno sostituiti dai soci che, nell'ultima assemblea abbiano conseguito un numero di voti immediatamente inferiore a quello dei soci eletti.

Il Consiglio, ove delegato dall'assemblea, nella riunione immediatamente successiva designa nel suo ambito il Presidente, il Vice-presidente, il Segretario, il Tesoriere ed affida, anche di propria iniziativa, ulteriori incarichi ritenuti necessari.

Il Presidente convoca il Consiglio almeno una volta ogni sei mesi, tramite affissione in Sede della convocazione e dell'ordine del giorno almeno 15 giorni prima. I Consiglieri che ne facciano richiesta scritta al Presidente, hanno diritto di ricevere la convocazione, a propria scelta, tramite avviso postale o telefonico.

Il Consiglio può deliberare solo se è presente più della metà dei suoi componenti e delibera a maggioranza dei presenti; in caso di parità vale il voto del Presidente.

Il Consiglio Direttivo, nei limiti di quanto stabilito dall'Assemblea, è investito dei più ampi poteri per decidere sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento degli scopi sociali, per l'attuazione delle delibere programmatiche assembleari e per la direzione ed amministrazione dell'associazione.

E' in sua facoltà redigere regolamenti per la disciplina dell'attività dell'associazione i quali dovranno essere sottoposti all'assemblea per l'approvazione.

 

Articolo 12

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'associazione, convoca e presiede il Consiglio Direttivo e convoca l'Assemblea dei soci. In caso di sua assenza è sostituito dal Vice-Presidente. Può delegare per mansioni tecniche e particolari funzioni di rappresentanza altri membri del Consiglio Direttivo oppure altri soci.

In caso di urgenza il Presidente può compiere ogni atto necessario per la tutela degli interessi dell'associazione, con successiva ratifica da parte del Consiglio Direttivo.

 

Articolo 13

Il Segretario redige i verbali dell'assemblea dei soci, delle riunioni del Consiglio Direttivo e gli altri libri associativi; cura l'esposizione nella sede sociale della convocazione delle assemblee dei soci, delle riunioni del Consiglio Direttivo con relativo ordine del giorno, e dei regolamenti sociali; svolge tutte le altre mansioni di segreteria che gli sono affidate dal Consiglio Direttivo.

Il Tesoriere tiene la contabilità e la cassa, cura pagamenti ed incassi, secondo le indicazioni impartite dal Consiglio Direttivo.

 

Articolo 14

Le cariche degli organi dell'associazione sono elettive e gratuite.

 

TITOLO V - IL PATRIMONIO ED ESERCIZIO FINANZIARIO

 

Articolo 15

L'associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da:

- quote associative e contributi degli aderenti;

- sovvenzioni e contributi di privati, singoli o istituzioni, nazionali o esteri;

- sovvenzioni e contributi dell'Unione Europea, dello Stato, di istituzioni o di enti pubblici, nazionali o esteri;

- donazioni, lasciti e rendite di beni mobili o immobili pervenuti all'associazione a qualunque titolo.

 

Articolo 16

L'esercizio finanziario si chiude al 31.12 di ogni anno. Il Consiglio Direttivo entro sessanta giorni dalla chiusura dell'esercizio dovrà redigere il bilancio consuntivo e quello preventivo da sottoporre all'approvazione dell'assemblea ordinaria annuale.

Il bilancio consuntivo deve restare depositato in copia presso un’area riservata sul sito www.zerzuraclub.org durante i quindici giorni che precedono l'assemblea e finchè sia approvato. I soci possono prenderne visione.

Il bilancio è composto da un rendiconto economico e da un rendiconto finanziario; il rendiconto economico evidenzia analiticamente le uscite e le entrate secondo criteri di cassa, il rendiconto finanziario evidenzia la situazione patrimoniale dell'associazione elencando distintamente la liquidità, i debiti e i crediti..

Dal bilancio consuntivo devono risultare i beni, i contributi o i lasciti ricevuti.

E' vietato distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Eventuali avanzi di gestione saranno interamente destinati al perseguimento degli scopi sociali.

 

TITOLO VI - REVISIONE DELLO STATUTO E SCIOGLIMENTO

 

Articolo 17

Eventuali modifiche del presente statuto dovranno essere deliberate dall'assemblea con una maggioranza di due terzi dei presenti. L'assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno degli associati, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.

 

Articolo 18

Lo scioglimento dell'associazione è deliberato dall'assemblea generale con il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati.

In caso di scioglimento dell'associazione, per qualunque causa, il suo patrimonio verrà obbligatoriamente devoluto ad un ente od associazione no-profit, scelti durante l’assemblea di scioglimento. .

 

 

TITOLO VII - DISPOSIZIONI FINALI

 

Articolo 19

Per tutto quanto non contemplato nel presente Statuto, trovano applicazione le norme stabilite dal Codice Civile e dalla normativa vigente.

 

 

I Soci...

 

Nuove iscrizioni

La quota di iscrizione è fissata in €40,00. Per chi lo desidera è disponibile il 'kit Zerzura' in aggiunta con DVD (€50,00 complessivi) oppure con DVD ed il pregevole Livre des Perles Enfouies et du Mystère Precieux (€70,00 complessivi) .

Rinnovi

Le modalità per il rinnovo per i soci sono le stesse delle nuove iscrizioni (v. sopra).