by Lorenzo De Cola

La dottoressa Moira Wilson contribuirà a cambiare parecchie cose nel campo della datazione della ceramica.
Con teutonica fermezza e altrettanta tenacia i ricercatori dell'università di Manchester da lei guidati hanno scoperto che la ceramica assorbe acqua dall'ambiente esterno in maniera continuativa e indipendente dalle proprietà ambientali stesse.
Si pesa il frammento, lo si riscalda a 500 gradi, lo si ripesa. Ha perso il peso dell'acqua assorbita.
Poi viene il bello: il frammento è monitorato per vedere IL tasso di reidratazione!
Con il massimo rispetto per gli studiosi, vorrei vedere cosa succederebbe se portassimo un frammento di ceramica sahariana (mi raccomando non lavato !) trovato in quell'ambiente iperarido che è il Sahara.
Non vorrei che la scarsissima differenza di peso portasse alla dotta conclusione che il frammento è recentissimo!
Non vorrei che chi effettua il monitoraggio della reidratazione del frammento ...nel suo ambiente, soffrisse di deidratazione.
Forse è per questo che tutti i grandi sahariani (tra i quali il nostro Presidente) bevono poca acqua!
Non vogliono si sappia la loro età!