Riprendo un argomento citato sul forum da Pyr, e lo faccio utilizzando il bell'articolo di Katia Moskvitch, cronista scientifica della BBC.

Il metodo usato dalla Cranfield University per datare al radiocarbonio alcuni frammenti organici provenienti dalla tomba di Tutankhamon è stato accettato dagli egittologi.

E QUESTA E' UNA NOTIZIA poichè fino ad ura questi ultimi NON accettavano le datazioni al radiocarbonio perchè non corrispondono con le date dedotte da riferimenti storici precisi in possesso dell'egittologia (liste dei faraoni e durata dei regni di ciascuno).

E qui comincia il bello, perchè ora che la tecnica di datazione al C14 è ritenuta valida, gli tudiosi della Cranfield University hanno cominciato a usare il metodo da loro affinato su alcuni resti organici trovati entro la piramide di Djoser. La piramide a gradoni, per capirci. Questi resti provengono da musei e sono resti certi e credibili.

La sorpresa è che con questo metodo di datazione (lo ripetiamo, un metodo ACCETTATO dagli egittologi) la piramide risulta più vecchia di quanto affermano gli egittologi con le loro date certe. Per i cranfieldiani  l'età e da 2691 a 2625 BC, mentre per gli egittologi la costruzione è dal 2667 - 2648 BC circa.

Vedremo presto se questa modesta differenza troverà una spiegazione, oppure se la discussione è solo all'inizio.

Lorenzo De Cola